L’idea che Foggia sia condannata dal destino ad essere una città arretrata, priva di una visione innovativa rispetto ad altre realtà italiane e del Mezzogiorno va del tutto archiviata. Fino ad oggi, purtroppo, è stato così. Ma non è una condizione immutabile. Nei cinque anni di mandato noi sappiamo come renderla moderna, in particolare facendone una città “digitale”.

Nello specifico il nostro obiettivo è quello di dotare il territorio comunale di un manto stradale da cui recuperare energia attraverso il passaggio di auto e pedoni, di introdurre un controllo “smart” delle infrazioni al codice della strada, attraverso un sistema satellitare e droni, di creare sistemi “intelligenti” di assistenza al cittadino con specifiche “app” per smarphone dedicate a Foggia, all’interno delle quali, oltre alle bellezze e ai luoghi da visitare, si possano prenotare visite, acquistare biglietti per mezzi pubblici, geolocalizzare bar, alberghi e negozi in cui fare shopping, nonché i locali dove gustare le prelibatezze della nostra enogastronomia. Il tutto scaricabile gratuitamente e con una facile registrazione. E mettendo a sistema, con il sostegno dell’Amministrazione comunale, i progetti di innovazione digitale provenienti dalla nostra Università e dalle nostre scuole, con la creazione di un apposito sportello di informazione e aiuto alla ricerca di bandi e finanziamenti europei per incentivare l’imprenditorialità giovanile e femminile.

La transizione digitale della città dovrà quindi essere una realtà e non soltanto un sogno, anche grazie alla realizzazione di una rete – funzionante – di un “free wifi” diffuso in tutte le zone centrali e presso i luoghi di arrivo, come stazione, aeroporto “Gino Lisa” e nodo intermodale.